Sbiancamento dentale fa male? Facciamo chiarezza. - Smile Gallery
16685
post-template-default,single,single-post,postid-16685,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-
sbiancamento dentale fa male | Smile Gallery

Sbiancamento dentale fa male? Facciamo chiarezza.

Lo sbiancamento dentale rende la tua dentatura più bianca, liberandola da macchie e discromie. I dubbi riguardanti questo trattamento sono molti, in particolare oggi ci soffermeremo su uno di questi: lo sbiancamento dentale fa male?

Un sorriso lucente e bianco come quello delle pubblicità? Magari!

Caffè, liquirizia, vino rosso, fumo… questi e molti altri sono i fattori che possono compromettere il bianco naturale dei tuoi denti, ingiallendoli e macchiandoli.

Se anche tu ti trovi in questa situazione e non sei soddisfatto del tuo sorriso, allora sicuramente avrai pensato all’opzione sbiancamento e ti sarai fatto qualche domanda: come è possibile far ritornare i denti così bianchi? Si tratta di qualcosa di invasivo? Sentirò dolore?

In questo articolo si parlerà proprio di questo, continua a leggere!

Sbiancamento dentale: come si svolge?

Lo sbiancamento dentale professionale è una procedura che migliora l’estetica dei tuoi denti, ripristinando il loro colore naturale.

I prodotti che vengono utilizzati sono principalmente idrogeno e carbammide, i quali vengono impiegati in concentrazioni diverse, a seconda delle esigenze personali del paziente.

Prima della seduta di sbiancamento, è fondamentale svolgere una visita di controllo per verificare lo stato di salute del tuo cavo orale e per risolvere eventuali problematiche come carie o presenza di placca.

Il trattamento vero e proprio dura all’incirca 30 minuti/un’ora, a seconda delle tue necessità.

Può essere svolto in modo tradizionale, con i materiali precedentemente citati, che verranno applicati sulla superficie del dente, o con l’ausilio di laser, il quale attiva e accelera il processo, ottenendo un risultato soddisfacente e con tempi più brevi.

Sbiancamento dentale fa male?

Questo tipo di trattamento non è invasivo e, pertanto, non necessita di anestesia.

Generalmente, se svolto da un professionista non provoca dolore.

Inoltre, lo sbiancamento dentale professionale non rovina lo smalto dei denti, non irrita le gengive e ha una predicibilità di risultato molto elevata.

Sbiancamento dentale: effetti collaterali

Ora che abbiamo chiarito che non è vero che lo sbiancamento dentale fa male, ci occuperemo dei suoi effetti collaterali che, come potrai immaginare, sono minimi.

L’unico piccolo fastidio che potrai sentire sarà un aumento della sensibilità dentale, la quale scomparirà nel giro di qualche ora o pochi giorni.

Sbiancamento dentale: piccoli accorgimenti

Nei primi giorni successivi al trattamento è importante evitare di consumare bevande come tè, caffè e tisane ed evitare di fumare.

È preferibile, inoltre, non consumare cibi pigmentati, come fragole e pomodori.

Infine, è fondamentale osservare una precisa e curata igiene orale alla fine di ogni pasto.

In conclusione

Lo sbiancamento dentale fa male? Certo che no.

Se scegli di affidarti ad un professionista gli effetti collaterali saranno quasi nulli e il risultato sarà proprio come vuoi tu.

Perché accontentarsi di un sorriso che non ti rispecchia? Prenditi cura di te come meriti… scegli di splendere!

Vuoi provare lo sbiancamento dentale? Non esitare a contattaci per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento!

Ti aspettiamo presso il nostro Studio Dentistico a Verona, in Viale del Lavoro 32!

WhatsApp chat

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi